Immersione subacquea sulla costa Slovena - Hoteli Bernardin
overlay
Previous
Next
overlay

Immersione subacquea sulla costa Slovena

Pausa attiva | 18. 02. 2019

La costa Slovena con in sui 42 chilometri offre numerose opportunità agli appassionati dell'immersione subacquea. Chi è alle prime prese con questa attività può avventurarsi nelle profondità del mare con un corso di immersione, mentre i più esperti possono scoprire da soli i segreti nascosti del mare Sloveno.

Dunque cosa si può vedere d’interessante?

Sicuramente sentirete parlare delle seguenti perle sommerse:

1. Strada Romana

La strada Romana è un ottimo punto di partenza perprincipianti.  Comincia a est del centro di immersione a Pirano (accanto alla chiesa). Da questo punto nuotate verso est e quando raggiungete la barriera continuate nella direzione di Fiesso. Da qui è facilissimo proseguire, poiché si continua a seguire la barriera rocciosa fino ad arrivare a una croce metallica. Da qui in poi proseguite nuotando lungo la costa per ritornare di fronte al centro di immersione. Durante l’immersione incontreretecostruzioni di pietra che ricordano una strada romana e avrete inoltre l’occasione di osservare i datteri di mare (conchiglie protette).

2. Idrovolante

Durante la Seconda guerra mondiale un aeroplano di 11m precipitò nel mare. Quando visitate Portorose potete ammirare i suoi resti sotto la superficie del mare. Durante quest’avventura potrete osservare anche le diverse specie di animali che vivono nei suoi dintorni. Durante l’inverno Portorose è conosciuta per il gran numero di branzini e cefali che si trovano nella baia di Pirano.

3. Antico tubo del sistema di drenaggio urbano

Visiterete il Capo Madonna a Pirano? Dirigetevi al centro di immersione e poi lungo il crinale verso il capo, dove troverete il primo tubo. Arrivati al secondo tubo continuate l’immersione lungo ad esso: rimarrete sorpresi dall’abbondanza di pesci che vi accompagneranno. Proseguite verso il crinale nella direzione di 120 gradi e arriverete al terzo tubo. Continuate fino a raggiungere il crinale, dove cominciate a salire verso il suo orlo inferiore, da cui proseguite fino a incontrare una botte nella sabbia. Ritornate al punto di partenza – il centro d’immersione.

4. La lingua di Pirano

Ad un certo punto avvisterete dei rifiuti ingombranti in fondo al mare: siete sulla via giusta, la lingua di Pirano è vicina. Quando la raggiungerete sarete circondati da numerosi coralli e pesci, potrete vedere persino qualche polpo. Ma fate attenzione poiché in quest’area lacorrente è alquanto forte, perciò questa immersione è più indicata per chi ha già un po’ di esperienza.

5. DTM

Un altro artefatto nascosto nelle profondità del mare Sloveno. La DTM (conosciuta anche con il nome “Kec”) è un’imbarcazione affondata nel mare durante la Seconda Guerra Mondiale. Si trova nella regione di Pirano-Strugnano è garantisce un’esperienza unica, poiché si può esplorare il suo interno. Potrete incontrare numerose specie di pesci, tra cui sparaglioni, moli e gronghi, e a volte anche qualche aragosta. Il relitto si può raggiungere solamente in barca, perciò l’immersione deve essere organizzata con largo anticipo. L’immersione nel relitto è adatta solo per subacquei esperti, poiché vi sono retiin cui ci si può impigliare se non si procede con cautela.